Attenzione: leggi questa lettera solo se sei uno studente di Giurisprudenza e non riesci a viverti l’università serenamente per colpa dell’ansia pre esame.

Se vuoi scoprire anche tu come liberarti finalmente dall’ansia da esame SENZA però perdere la voglia di alzarti la mattina per studiare, per tornare ad avere una vita sociale e dare il meglio di te all’università, sono felice di comunicarti che alla fine di questa lettera troverai la soluzione.

Schermata 2016-08-08 alle 03.46.45

Caro Studente di Giurisprudenza,

Ho un grosso problema: non riesco più a sopportare di vedere gli studenti  e le studentesse di giurisprudenza strapparsi i capelli durante le sessioni d’esame.

Tutti sono convinti che l’ansia sia qualcosa con cui convivere, che ci tiene svegli e col sedere sulla sedia per riuscire macinare quelle migliaia pagine.

Il problema è che dopo anni di Giurisprudenza ho scoperto che questa tortura che ci distrugge l’anima non è l’unico modo di viversi l’università. E non te lo dice uno che se l’è sempre vissuta bene.

Per i primi quattro anni di Giurisprudenza la mia vita è stata scandita non dalle stagioni, ma dalle sessioni d’esame. Perdevo letteralmente la cognizione del tempo e le settimane passavano come se fossero ore.

Ricordo ancora l’esame di diritto del lavoro. Mentre ero sul treno che mi portava all’università, da bravo studente pendolare, speravo che il vagone deragliasse per non dover sopportare quelle terribili ore di attesa, come se aspettassi l’impiccagione.

Però ti prego di continuare a leggere solo se hai provato almeno una di queste sensazioni:

  • Durante l’esame non riesci a dare il meglio a causa dell’ansia. A volte arrivano dei veri e propri Black-out.
  • Le ore prima dell’esame ti sembra che un uragano abbia spazzato via tutte le informazioni che hai memorizzato nei mesi prima.
  • La sera prima dell’esame fatichi ad addormentarti perché sei preda di pensieri negativi che ti impediscono di prendere sonno.
  • Mentre studi non riesci a concentrarti perché l’ansia ti spinge sempre a pensare al peggio.
  • Non riesci ad uscire di casa per distrarti un po’ perché altrimenti ti viene l’ansia.

 

Queste sono una serie di sensazioni terribili che ho vissuto anch’io, ma sono anche felice di darti una buona notizia:

“Questo non è l’unico modo di viversi l’università.”

Sembra una cosa assurda, oramai tutti sono convinti che ESAMI=ANSIA.

Però ora voglio mostrarti come è possibile viversi l’università in modo piacevole e riuscire a dare il meglio di te all’esame, invece di lasciare che l’ansia rovini la preparazione che hai costruito in mesi e mesi di studio.

Arrivato al mio quarto anno in cui ero riuscito a dare solo due esami prendendo due 20, mi si era presentato un bivio:

  1. Lasciare l’università.
  2. Imparare a gestire le situazioni di stress.

Ovviamente ho scelto la seconda dal momento che al quinto anno sono riuscito a dare 14 esami in 13 mesi e a laurearmi in corso a marzo del 2016 all’università di Bologna.

Ma non ci sarei mai riuscito senza il segreto che sto per rivelarti e che mi ha permesso di trasformare l’ansia, da vampira che mi succhiava l’anima, in Benzina Turbo Diesel che mi ha permesso di tirare fuori il meglio di me durante l’ultimo anno, mentre al tempo stesso mi godevo la mia vita coltivando le mie passioni e avendo una vita sociale.

 

Ma non preoccuparti, non voglio darti una soluzione spicciola del tipo “basta goderti la vita, gli esami non sono tutto e bla bla bla…”

Lo so che queste frasi ti fanno innervosire come facevano innervosire me quando qualcuno mi diceva “vabbè, dai, è solo un esame…”

Schermata 2016-08-08 alle 03.53.41

 

Quando ci hai dedicato mesi e mesi della tua vita non è più “solo un esame”, sono 30 minuti che decideranno se hai buttato quei mesi o no, che decideranno se prenderai la borsa di studio o no, se ti laureerai in corso o no, se dovrai passarci un altro mese o no…

Come si fa a dire “è solo un esame”?

Così ho iniziato a studiare la natura dell’ansia e la ragione per cui gli studenti provavano queste sensazioni distruttive.

Inizialmente ho trovato solo consigli della nonna o tecniche astratte propinate da gente che non era nemmeno laureata.

Così ho iniziato a studiare chi si metteva in gioco ogni giorno per compiere atti epici e cambiare il mondo: le persone di successo.

Ossia i missionari umanitari, gli attori, gli sportivi, i presidenti, i giudici e tutti quei personaggi che devono sopportare giornalmente stress e pressioni psicologiche che noi comuni mortali non riusciremmo mai a sopportare.

E mi sono detto:”Cavolo se riesco a capire come loro riescono a tenere discorsi davanti a milioni di persone e a prendere decisioni così importanti, per me dare esami sarà una passeggiata.”

Schermata 2016-08-08 alle 03.59.45

E così ho scoperto che per loro l’ansia non esiste, non perché siano particolarmente portati, ma perché hanno capito come trasformare quell’ansia, quell’energia negativa, in energia positiva che li porta a dare il meglio di loro nelle situazioni più critiche.

Ovviamente il mio primo pensiero è stato:”loro saranno tipo dei semidei illuminati da chissà quale luce divina che li porta a comportarsi così.”

Però, con mia sorpresa (e gioia) ad un certo punto, ho scoperto che questi personaggi semplicemente attuano delle strategie di gestione dell’ansia che li portano a dare il meglio di sé proprio nelle situazioni di maggiore stress.

All’inizio ero scettico, ma quando ho iniziato ad applicare queste strategie la mia vita è cambiata completamente.

Non temevo più le situazioni di stress, ma anzi, le ricercavo.

Il Segreto delle Persone di Successo per trasformare l’Ansia in una Fedele Alleata

È questa la principale caratteristica dei professionisti di successo:

“Loro non rifuggono dalla situazioni di stress, anzi le cercano, perché quelle sensazioni li fanno sentire vivi!”

Sono sempre stato un tipo molto emotivo, quindi tutti mi hanno sempre detto che non ero portato per fare Giurisprudenza e che non avrei mai avuto un futuro né come avvocato né come giudice.

Persino a Storia del Diritto Medioevale e Moderno, nonostante sia un’esame ritenuto abbastanza semplice, l’ansia prese il sopravvento e iniziai a balbettare. Nonostante avessi studiato per mesi, in quel momento non sono riuscito a comunicare la mia preparazione. È bastato uno sguardo di sufficienza dell’assistente per mandarmi completamente nel pallone.

Mi sentivo praticamente una fogliolina tremante che il vento avrebbe potuto portarsi via da un momento all’altro.

Tutto è cambiato quando ho iniziato ad applicare queste tecniche di gestione dell’ansia all’inizio del mio quinto anno di università.

E dopo averle applicate davanti all’assistente mi sentivo un leone che pretendeva il suo 30, nessuno avrebbe potuto fermarmi. Durante lo studio ero iper-focalizzato e l’ansia era completamente sparita.

Ricordo ancora Diritto dell’Unione Europea, il primo esame che ho dato utilizzando queste tecniche. I minuti prima di essere chiamato dal professore sono riuscito a mantenere la calma di un monaco zen, mentre tutti i miei colleghi erano lì a mangiarsi le mani per la paura.

Una volta davanti alla commissione ho parlato a ruota libera, tranquillamente, senza balbettare, come se stessi raccontando un aneddoto ad un mio amico al bar.

Quello che mi stupiva di più, non era tanto che riuscivo a vivermi l’università piacevolmente, quanto il fatto che le mie prestazioni erano raddoppiate.

Riuscivo a memorizzare le pagine molto più velocemente e quando andavo ad esporre la mia mente non si offuscava, anzi, durante l’esame ero molto più performante rispetto a quando ripetevo a casa.

È come se, una volta sparita l’ansia, la situazione si fosse capovolta: durante le situazioni critiche non diventavo un imbranato ma, anzi, rendevo di più.

Ed ecco perché, durante il mio quinto anno, sono riuscito a dare 14 esami di Giurisprudenza in 13 mesi alzando anche la mia media.

All’inizio ho deciso di comunicare queste strategie solo alle persone a me più vicine, perché avevo il dubbio che potessero funzionare solo per me.

Dopo aver scoperto che anche loro ne avevano tratto beneficio ho deciso di metterle a disposizione di tutti.

Sono strumenti di una potenza inestimabile che fino ad ora sono state a disposizione solo di pochi eletti, semplicemente perché le persone preferiscono pensare:”No, non sono portato.”

Sono poche le persone che veramente credono di potersi migliorare e che decidono di applicare queste strategie concretamente per portare la propria vita ad un livello più alto.

Per queste persone ho deciso di creare un Videocorso che contiene le 10 strategie di gestione dell’ansia che mi hanno cambiato la vita.

 

 

 

Ma come può cambiarti il Videocorso “Stop Ansia da Esame”?

Questi sono alcuni dei benefici che otterrai grazie a questo videocorso:

[su_service title=”Potrai dire addio all’ANSIA pre-esame. I momenti prima dell’esame sarai sereno e tranquillo come un monaco zen.” icon=”icon: check-circle” icon_color=”#2cb613″][/su_service]

[su_service title=”Riuscirai a migliorare le tue prestazioni all’esame senza più black out e senza più la sensazione di non ricordare nulla.” icon=”icon: check-circle” icon_color=”#2cb613″][/su_service]

[su_service title=”La tua MEMORIA non ti farà più brutti scherzi e diventerà una tua alleata che ti passerà le informazioni giuste al momento giusto.” icon=”icon: check-circle” icon_color=”#2cb613″][/su_service]

[su_service title=”Scoprirai una tecnica per mantenere la MASSIMA LUCIDITA’ all’esame e per non andare nel pallone.” icon=”icon: check-circle” icon_color=”#2cb613″][/su_service]

[su_service title=”Riuscirai a mantenere sempre alta la CONCENTRAZIONE perché l’ansia non ti metterà più i bastoni tra le ruote.” icon=”icon: check-circle” icon_color=”#2cb613″][/su_service]

[su_service title=”Ti tornerà la VOGLIA DI STUDIARE perché non avrai più motivo per odiare quei libri.” icon=”icon: check-circle” icon_color=”#2cb613″][/su_service]

Perché queste tecniche sono diverse da quelle che trovi in giro?

Puoi anche comprare altri libri oppure frequentare uno di quei corsi motivazionali da 3000 €. Io li ho provati e ti dico che per me non hanno funzionato. I Metodi che trovi in giro non funzionano per due motivi:

 

1) Non sono studiati per gli studenti.

 Molti metodi funzionano per imprenditori e altri professionisti ma nessuno conosce l’ansia pre esame come uno studente che ci è passato e l’ha superata.

All’interno dell’audiolibro troverai solo tecniche pratiche che potrai applicare sin da subito per liberarti una volta e per tutte dall’ansia pre esame.

 

2) Gli altri Metodi sono basati sul CE LA PUOI FARCELA.

Tutto il materiale che ho trovato in giro sulla gestione dell’ansia è basata sul “pensiero positivo” e sull’auto-convincimento.

Queste tecniche possono essere dei buoni palliativi all’inizio ma dopo un po’ perdono la loro efficacia e comunque non ti renderanno una persona di successo capace di gestirsi al meglio nelle situazioni di stress.

 

Il Videocorso “Stop Ansia Da Esame”, a differenza di quello che puoi trovare in giro:

1) È basato su PRINCIPI SCIENTIFICI.

Non ri racconterò favolette o cose astratte.

Le 4 strategie che troverai nell’Videocorso sono basate su ricerche di esperti riconosciuti come tali a livello mondiale.

 

2) È studiato per gli studenti universitari.

Non troverai teorie astratte ma solo strategie pratiche che puoi applicare sin da subito per liberarti finalmente dall’ansia da esame. 

 

“E quanto vale tutto questo?”

Le Strategie di Gestione dell’Ansia contenute in questo Videocorso penso siano di valore inestimabile.

Il prezzo potrebbe essere benissimo di svariate migliaia di euro dato il dolore che causa ad uno studente l’ansia da esame e i danni che causa alle sue prestazioni universitarie.

Personalmente avrei pagato queste strategie anche 4000€ dati i benefici che hanno apportato alla mia vita.

E dato che i corsi motivazionali per la gestione dell’ansia e dello stress, della durata di 2-3 giorni sono venduti anche a 3000€ avrei potuto tranquillamente approfittarmi degli studenti universitari e piazzare questo Videocorso ad un prezzo di quella portata.

Però penso che non sia giusto approfittarsi di chi vuole solo crescere e migliorarsi, per cui, nonostante questo Videocorso mi sia costato anni di lavoro e tanti tanti soldi, ho deciso di metterlo a disposizione ad un prezzo accessibile a tutti.

Il Videocorso avrà un prezzo di  197.57€, ma al momento è in offerta a soli 97.57 €

Clicca sul pulsante “Scarica Ora” se anche tu desideri liberarti finalmente dall’ansia da esame.

Schermata 2015-11-11 alle 16.19.54

 

 

 Ma tu puoi averlo gratis!

Esatto. Ho deciso di dare la possibilità a 10 studenti di accedere a questo Videocorso gratis e, se stai leggendo questa lettera, è perché hai passato la prima selezione :P.

E se l’hai passata è perché la tua storia mi è piaciuta e perché penso che questo Videocorso sia esattamente ciò che può aiutarti.

Il Videocorso è ancora in fase di creazione ma per settembre sarà disponibile.

Quindi potrai accedere a queste tecniche che non ho mai rivelato a nessuno e che mi hanno permesso di superare tutte le mie paure, i miei blocchi emotivi e la mia ansia.

In cambio ti chiedo solamente la tua opinione. Abbiamo creato un gruppo Facebook per migliorare insieme il corso e dove mi piacerebbe che tu postassi le tue impressioni sulle tecniche che ti mostrerò.

Esatto, devi solo dirmi se ti è piaciuto o no. 

E alla fine di tutto sarebbe bellissimo se tu facessi una videorecensione. Cioè mi piacerebbe che tu mi parlassi di cosa ne pensi del videocorso e dei tuoi progressi, se ne hai avuti.

Le persone non si fidano di me, perché sono quello che l’ha creato. Però se veramente questo prodotto può liberare dall’ansia da esame migliaia di studenti che ne soffrono, questi probabilmente riusciranno a cogliere quest’occasione solo grazie alle tue parole. Ovviamente, se poi non te la senti pace, non ti forzerei mai a farlo.

Bene. Detto questo, se sei pronto per iniziare allora manda una mail entro 24 ore da quando quando hai ricevuto questa lettera a [email protected] con l’oggetto “voglio liberarmi dall’ansia da esame” e nel corpo scrivi quello che ti senti per farmi capire che sei la persona giusta.

Non vedo l’ora di iniziare questo percorso insieme a voi.

A presto,

Giuseppe Moriello